La dichiarazione d’amore [Un Amore non ha sbarre] 

“[…]
Trascorsero un paio di mesi e io presi la decisione di dichiararmi. Mi piaceva davvero, con lei stavo molto bene. Quindi al primo sabato mattina salii in auto e mi diressi verso New York. Le avrei fatto una sorpresa. Dentro di me c’era molta paura, non sapevo come avrebbe reagito. Sarebbe potuta andare bene oppure mi avrebbe respinto.
Fortunatamente questa volta non trovai traffico e in serata arrivai subito in città. Andai direttamente sotto casa sua e la chiamai dal telefono anziché dal citofono, in questo modo non avrebbe capito che io fossi sotto casa sua. Non rispose e quindi aspettai qualche minuto prima di richiamarla.
Non fu necessario fare ciò, dopo poco tempo la vidi uscire dal portone dell’edificio, aveva il sorriso sulla bocca.
Si avvicinò velocemente verso me.
«Ti ho visto dalla finestra. Sono corsa subito da te» esclamò con molta gioia.
Io mi entusiasmai molto. Quello sarebbe stato il momento adatto per dichiararmi.
«Sono venuto qui per te! Ho bisogno di parlarti di persona» le dissi.
Lei sorrise, probabilmente aveva intuito quali sarebbero state le mie intenzioni. Le presi la mano e spiegai:
«Con te ho passato momenti bellissimi. Quando ci sentivamo al telefono in questo ultimo periodo avrei voluto stare accanto a te. Mi piaci, mi piace stare con te. Vorrei che diventassimo una coppia».
La bellissima Jenny lasciò la mano e rispose:
«C’è solo un problema. Manca una cosa».
«Cosa intendi?».
«Manca solo questo».
[…]”

Da “Un Amore non ha sbarre”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...